Tagliarsi la frangia da sole

Chi non si è mai cimentata in questa operazione alzi la mano. Ecco, appunto! La frangia, che sia laterale, lunga, corta, scalata o a ciuffo è fondamentale per l’equilibrio del taglio. Che piaccia o meno, è da gestire mensilmente. I capelli crescono 1 o 2 cm al mese e, mentre nelle lunghezze non si nota la differenza, immediatamente la frangia si disfa, si sforma, disturba la vista, insomma, va tagliata.
Per cui forza e coraggio, in mancanza del parrucchiere di fiducia, armiamoci di forbici e procediamo senza timore.
Fondamentale è limare per gradi la lunghezza in modo da avere un margine per rimediare a qualche piccolo errore.
Frangia lunga e dritta
Bagnare i capelli e delineare con un pettine la zona frangia.
Portare la frangia in avanti tenendo i capelli tra l’indice e il medio e procedere al taglio orizzontale.
A questo punto asciugare la frangia e fare a occhio gli ultimi ritocchi.
Frangia in style pin up o rockabilly
Questo tipo di frangia è più corta, ma il procedimento è il medesimo. E' necessario fare attenzione e rifinire a capello da asciutto, per non eccedere e ritrovarsi a fronte totalmente scoperta. La lunghezza è fondamentale definirla a capello asciutto.
Frangia laterale scalata
Delineare con il pettine la zona frangia, portare i capelli in avanti e tenerli tra l’indice e il medio come per la frangia dritta. Unica differenza è la direzione che deve essere opposta quella del ciuffo.
Tirando verso sinistra i capelli trattenuti tra indice e pollice, e tagliando di netto, si ottiene uno scalato verso destra con un effetto ciuffo morbido. Anche qui, partire con poco e definire la lunghezza definitiva per gradi.
 
Preso nota?
Un caro saluto

Shop now